C'e' un'applicazione di un avvitatore a impulso

I moderni avvitatori a impulsi con batteria ricaricabile, aria compressa o energia elettrica sono un rimedio e offrono un'enorme velocità di avvitamento. Gli avvitatori a impulsi sono utilizzati nell'industria e nel settore automobilistico. Ma sono utilizzati anche in aziende di installazione e nel settore privato. Se l'avvitatore a percussione viene azionato manualmente, il lavoro con esso è molto faticoso nel lungo periodo. Viti e dadi con coppie di serraggio molto elevate possono essere serrati e allentati con un avvitatore a impulsi.

Quali tipi di chiavi dinamometriche esistono?

Inoltre, ci sono le chiavi dinamometriche indicative, chiamate anche chiavi dinamometriche di misura, a chilo o a forza, e le chiavi dinamometriche elettroniche. Secondo l'esperienza popolare di chiavi dinamometriche, le chiavi dinamometriche a scatto sono le chiavi più popolari per cambiare le ruote. Essi sono chiamati anche tasti click o click.

Domande e risposte sulle chiavi dinamometriche

Di norma, tuttavia, 100 - 150 Nm sono sufficienti per le auto di media cilindrata. La molla si consumerà nel tempo e la bilancia deve essere ricalibrata. Dovrebbe essere in grado di applicare una coppia di 200 Nm ai cerchioni dei SUV. Per farvi sapere quale chiave dinamometrica è adatta a voi, una tabella dovrebbe mostrarvi i valori tecnici più importanti. In particolare per gli utenti che hanno fretta, vorremmo rispondere alle domande più importanti sulle chiavi dinamometriche. La calibrazione non è sempre corretta.. Per l'uso come utensile per auto sono necessari 80 - 200 Nm. La maggior parte dei produttori pubblicizza con una precisione del 3 - 4% alle coppie regolabili. La calibrazione iniziale viene eseguita dai produttori durante la produzione su strumenti di misura calibrati. Le chiavi dinamometriche sono disponibili in diverse dimensioni. Per l'uso su parti di biciclette è necessaria una chiave di massimo 30 cm.. Se è più grande, potreste non essere in grado di raggiungere tutte le parti. Inoltre, dal 1998, il sistema mobile di monitoraggio delle apparecchiature di prova di Dekra testa anche gli utensili di coppia nelle officine. Questo dipende dall'esatto campo di applicazione: Le candele di accensione più comuni richiedono una coppia di serraggio compresa tra 10 e 45 Nm per l'installazione. Per la maggior parte dei cerchioni di piccole dimensioni sono sufficienti 80 Nm. Per le auto dovrebbe essere già di 45 cm, in modo da non aver bisogno di troppa forza muscolare per allentare le viti.. Il problema delle chiavi dinamometriche è che per la misurazione viene utilizzato un coltello a molla. Secondo l'istituto di controllo Dekra, questa tolleranza non viene rispettata per il 75 % degli utensili. Se si desidera utilizzare una chiave dinamometrica come utensile per biciclette, di solito sono sufficienti 30 Nm.

Il nostro confronto con il 2018 rivela anche differenze significative tra i vari modelli. Se si desidera acquistare una cassetta degli attrezzi, tuttavia, si noterà rapidamente che ci sono molti tipi diversi. Al fine di trovare la cassetta degli attrezzi migliore, è quindi necessario considerare alcuni punti che abbiamo riassunto per voi in questo consiglio di acquisto.

La storia della chiave dinamometrica

Altre importanti invenzioni sono state fatte qui. Nei decenni successivi sono state sviluppate le chiavi dinamometriche elettroniche e le chiavi dinamometriche ad angolo. Con questo dispositivo per il controllo del serraggio delle viti, molto è cambiato nel controllo qualità, in tutti i paesi. Tohnichi Manufacturing è stata fondata in Giappone nel 1949. La prima chiave dinamometrica al mondo con funzione di rilascio automatico è stata brevettata nel 1938 e successivamente lanciata sul mercato. Un'altra invenzione di Facom è stata la chiave regolabile con compensazione del gioco.. Nel 1945, ad esempio, l'azienda presentò il primo estrattore e un anno dopo il cricchetto reversibile. Altre aziende hanno seguito con chiavi dinamometriche per l'industria automobilistica e aeronautica. Nel 1968 Tohnichi inventò la prima chiave dinamometrica ad aria compressa, conosciuta in tutto il mondo con il nome Unitork. La rivoluzionaria chiave dinamometrica è stata insignita del Tokyo Inventor Prize. Ciò che un tempo veniva avvitato con una normale pinza o con una semplice chiave, ora può essere fissato con una coppia preimpostata. Facom era anche leader nella produzione di chiavi dinamometriche. All'inizio questi strumenti erano utilizzati principalmente nell'ingegneria meccanica. Allo stesso tempo, gli strumenti sono stati perfezionati e sviluppati in attrezzature speciali. Ciò è stato possibile grazie alla speciale tecnologia, che ha reso notevolmente più facile l'utilizzo. Il responsabile di questa prima chiave dinamometrica è stato lo stabilimento Saltus Max Forst di Solingen.. Fino ad allora, il controllo di qualità nell'industria di produzione giapponese non era così importante. Con questo dispositivo si potrebbe lavorare molto più efficacemente di prima. Per questo motivo Tohnichi è stato in grado di sviluppare la prima chiave dinamometrica in Giappone. Non solo sono entrati nell'industria, ma sono stati utilizzati più spesso anche nel settore del fai-da-te. È stato introdotto come la chiave dinamometrica Facom nel 1948..


Quali tipi di chiavi dinamometriche esistono?

È possibile impostare diversi valori di collegamento a vite, che possono essere visualizzati all'utente tramite LED o display. Quando questa coppia preimpostata è stata raggiunta sull'asse di forza, il tasto emette un segnale acustico, tattile o visibile. Tutti i modelli utilizzano un cricchetto reversibile o cricchetto come portautensili in una chiave dinamometrica a confronto, che può accettare l'attacco di una chiave a tubo o di un dado per mezzo di un perno quadrato. Il tasto può memorizzare tutti i valori e trasmetterli ad altri supporti tramite un'interfaccia. In questo confronto tra chiavi dinamometriche, tutti i modelli hanno come segnale un'instabilità udibile e percettibile. Una chiave dinamometrica indica il valore di coppia per mezzo di una scala, di un comparatore o di un display elettronico.. L'unica differenza è la misurazione della coppia. Anche con le chiavi dinamometriche elettriche, l'utente deve applicare la forza per serrare il collegamento a vite in modo indipendente e meccanico. Oltre alle chiavi dinamometriche a scatto, note anche come chiavi a scatto o a scatto, e alle chiavi dinamometriche indicatrici, comunemente note come chiavi di misura, chiavi a chilo e chiavi a forza, esistono anche numerose offerte di chiavi dinamometriche elettroniche. Sulla barra di torsione si trovano speciali estensimetri che trasmettono i segnali ad un amplificatore di misura. La maggior parte delle chiavi dinamometriche sono dotate di una barra di torsione o di una molla di torsione come azionamento di misura.. E' possibile distinguere diversi tipi di chiavi meccaniche, che si differenziano solo in modo insignificante nel loro principio di funzionamento. Sono utilizzati principalmente per la documentazione durante la produzione. Con questo tipo di costruzione, il cacciavite deve smettere di stringere da solo. Le rotazioni vengono trasmesse alla bilancia tramite una leva e l'utente può leggere la rispettiva coppia. Ma ci sono anche strumenti in cui compare un indicatore colorato.. Questo converte i segnali in un'unità di misura, che viene visualizzata sul display. I seguenti sono adatti all'uso domestico: Le chiavi dinamometriche hanno una scala sulla chiave stessa o con l'aiuto di un dispositivo di prova per impostare una specifica coppia nominale o di destinazione.

In questo consiglio per l'acquisto, incluso il confronto del 2018, vorremmo fornirvi le informazioni più importanti sull'acquisto di un avvitatore a impulsi.

Disponibile con o senza contenuto

Le valigette portautensili completamente equipaggiate sono molto più pratiche. Anche se un'auto da officina di questo tipo ha solitamente le ruote, è piuttosto rigida a causa delle sue dimensioni e del suo peso più elevato. Cogliamo l'occasione per presentarvi ancora una volta i vantaggi e gli svantaggi di questo tipo: Una domanda importante è se possiedi già degli utensili e hai bisogno solo di un magazzino utensili o se, come nuovo artigiano, vorresti acquistare un set base di utensili. Si tratta di una sorta di contenitore a rulli con cassetti in cui è possibile riporre più utensili che in valigia. Tuttavia, si dovrebbe prima prendere una decisione fondamentale sul tipo di toolbox da utilizzare. Una cassetta degli attrezzi può fare tutto questo senza domande.. Le valigie sono disponibili nelle seguenti categorie principali: Non vogliamo nascondere il fatto che in questo contesto il carrello portautensili viene spesso presentato anche come un tipo. Se avete optato per un carrello portautensili, una cassetta portautensili o una borsa portautensili e avete optato per una cassetta portautensili, ovviamente volete riporre i vostri utensili in modo ordinato e scegliere un sistema portatile, compatto e allo stesso tempo robusto.

Con quale frequenza può rompersi la chiave dinamometrica?

La forza di serraggio non è più ottimale. Il crepitio non è udibile solo per voi, ma anche percepibile nelle vostre mani. Alcune chiavi dinamometriche impediscono comunque un ulteriore serraggio. Se le chiavi non hanno questo vantaggio, si potrebbe ottenere una coppia di serraggio troppo elevata con un ulteriore serraggio e, nel peggiore dei casi, un serraggio eccessivo della vite. Se la coppia è stata impostata correttamente, la chiave dovrebbe rompersi una sola volta, vedi capovolgimento.